Assistente Virtuale = Più tempo, più produttività, più libertà!

Da uno di quelli che considero un pò “libri/bibbia” sul mondo del lavoro virtuale, intitolato “Virtual Fredoom”, di Chris Ducker, ho estratto questo passo, (che ho riassunto in italiano), che spiega in maniera estremamente esaustiva come decidere di delegare dei compiti a dei Virtual Assistants, al fine di tornare ad avere piu’ tempo a disposizione per dedicarsi come si deve allo scopo ultimo del proprio business.

La prima essenziale cosa da fare è creare una tua personale “Tabella delle 3 liste per la Libertà”.

Cosa vuol dire? Semplicemente che il primo passo da compiere verso la libertà, in ogni situazione, è iniziare con l’identificare esattamente da quali compiti ti vuoi liberare, appunto, e di che tipo di “aiuto” hai bisogno per portare avanti detti compiti al posto tuo. In questo processo di “individuazione” la tua “Tabella delle 3 liste per la Libertà” assume senza dubbio un ruolo di fondamentale importanza.

Per iniziare devi ritagliarti un momento di tempo per pensare esattamente quali sono le attività di cui ha bisogno il tuo business per restare in piedi – cioè attività quotidiane come puo’ essere, per esempio, il “servizio clienti”. Dopodichè considera quali sono le attività di cui il tuo business ha bisogno per crescere: come potrebbe essere per esempio la “creazione di contenuti”. E per finire cerca di evidenziare le attività che ti piace portare avanti personalmente.

Ecco..ora sei pronto per creare la tua “Tabella delle 3 liste per la libertà”. Diamo un’occhiata, di seguito, a quali sono queste 3 liste:

1 – Attività che non ti piace fare.

In questa lista metti tutti quei compiti che ti annoia portare avanti e che di solito tendi a procrastinare. Può essere qualsiasi attività – eccetto la vendita ovviamente. La vendita deve, infatti, sempre essere una delle tue priorità assolute perché è la linfa vitale di ogni business e nessuno potrà mai conoscere il tuo prodotto o servizio meglio di quanto lo conosci tu.

Nella tua routine giornaliera c’è il “rispondere alle email di clienti” magari a domande che richiedono sempre e solo informazioni di base? Devi preparare e formattare ancora dei posts per il tuo blog ma non riesci a trovare il tempo per farlo? Tutte queste cose ti fanno andare fuori di testa? Ecco..allora inseriscile in questa lista.

2- Attività che non sai fare

Qui devi essere assolutamente onesto con te stesso. Non far prendere il sopravvento alla tua sindrome del Super Eroe proprio in questa fase! Chris Tucker, a proposito di questo, ricorda di aver provato a creare e sviluppare il suo primo blog usando un tema premium già pronto da modificare. Dopo 8 ore di lavoro il risultato non lo entusiasmava per niente. Perché?? Ma perché lui non è un web designer, ecco perché!

Quindi siediti e pensa bene a cio’ che devi scrivere in questa lista. Fatti domande quali:

–      Ci sono compiti che sto facendo ma che potrebbero essere portati a termine più velocemente da qualcun altro?

–      Ci sono progetti a cui sto lavorando che potrebbero essere preparati e presentanti in maniera più accattivante e professionale?

–      Sto per caso cercando di tagliare i costi provando a muovermi in aree fuori dalla mia portata ed esperienza professionale?

3- Attività che pensi di non dover portare avanti tu.

Questa è l’elenco a cui devi dare la maggiore attenzione. Di solito questa lista è una notevole rivelazione per l’imprenditore, in quanto gli fa realizzare come effettivamente egli sta gestendo il suo business e come invece vorrebbe gestirlo in futuro.

Alcune domande da porsi sono:

–      Quali compiti posso eliminare per intero dalla mia routine quotidiana, creando cosi tempo da dedicare a compiti più importanti?

–      Quali compiti a basso-livello posso facilmente delegare a una assistente virtuale come lavoro part-time?

–      Quali sono i compiti che sto portando avanti io e che, invece, potrebbero essere gestiti da un professionista che sa esattamente cosa sta facendo? (solitamente sono quelle attività in cui il danno potenziale nel portarle avanti personalmente supera il risparmio di gestirle da soli)

–      Quali sono i compiti che mi impediscono di focalizzarmi veramente sulla crescita strategica del mio business?

Ecco un esempio di “Tabella delle 3 liste per la libertà”:

Ovviamente si tratta di un esempio generico contenente compiti solitamente delegati al giorno d’oggi dalla maggior parte degli imprenditori. La tua tabella, però e chiaramente, dovrà essere focalizzata interamente su te stesso e i sui tuoi bisogni professionali.

Ora che hai queste 3 liste pronte, hai anche la visione esatta dei compiti che potresti facilmente delegare e che comunque continueranno a crescere nel tempo. Ma non solo. Queste 3 liste, oltre a farti capire quali sono le attività da delegare, ti aiuteranno anche a comprendere, professionalmente, te stesso più a fondo.

Insomma una semplice tabella, creata senza barare e con onestà, ti farà rendere conto quanto utile e, a conti fatti, economico, potrebbe essere per te avvalerti dell’aiuto di una Assistente Virtuale.

Prova oggi stesso a stilare la tua tabella personale e poi, se ti va, condividi il tuo risultato e le tue opinioni qui sotto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *